Fine dell’era Gattuso al Marsiglia: un addio tra delusione e speranze infrante

Fine dell’era Gattuso al Marsiglia: un addio tra delusione e speranze infrante
Gattuso

La storia marsigliese di Gennaro Gattuso ha raggiunto il suo epilogo. La sconfitta di domenica sera, un’amara pillola da ingoiare con un secco 1-0 contro il Brest, ha segnato l’ennesimo capitolo di una stagione segnata da troppe battute d’arresto per l’allenatore italiano. Nel post-partita, Gattuso appariva un uomo vinto, quasi impotente di fronte al declino del suo Marsiglia, un’immagine che ha certamente pesato sulle decisioni della dirigenza.

Il lunedì mattina ha portato con sé venti di cambiamento per l’Olympique de Marseille: il club ha optato per la conclusione anticipata dell’avventura di Gattuso, esonero che giunge dopo una serie di prestazioni sottotono che hanno relegato la squadra al nono posto in classifica di Ligue 1. L’ex calciatore del Milan e della nazionale italiana, che aveva preso le redini della squadra il 27 settembre sostituendo Marcelino, non è riuscito a dare la svolta sperata.

Il Gattuso della stagione 2024 è riuscito a cogliere una sola vittoria, quella in Coppa di Francia, ma poi si è visto incatenato in una spirale di cinque pareggi e due sconfitte, nonostante una leggera risalita negli ultimi mesi dell’anno appena concluso. La frustrazione era tangibile nelle parole dell’allenatore, che aveva esternato un profondo scoramento e una mancanza di soluzioni.

Per Gattuso un addio che fa rumore

Queste dichiarazioni hanno preannunciato ciò che era nell’aria: l’addio al Marsiglia. Guardando al futuro, gli occhi sono tutti puntati su Christophe Galtier, l’ex allenatore del PSG, che sembra essere il favorito per sedersi sulla panchina dell’OM e tentare di salvare una stagione che pende pericolosamente. Galtier si troverebbe a fronteggiare una squadra in crisi, ma anche il peso delle aspettative di un ritorno al successo.

Il Marsiglia, in cerca di riscatto, dovrà affrontare una sfida cruciale giovedì, con l’Europa League che chiama: il passaggio agli ottavi di finale è in bilico dopo il pareggio per 2-2 nell’andata contro lo Shakhtar Donetsk. Quel che è certo è che al Velodrome non ci sarà Gattuso a dirigere le operazioni: la panchina dell’OM sarà orfana del suo tecnico calabrese.

La vicenda di Gattuso al Marsiglia, dunque, termina in maniera brusca e sorprendente, lasciando il tecnico e gli appassionati a riflettere su una gestione tormentata, dove la speranza di un riscatto sportivo si è infranta contro la dura realtà dei risultati. Ora, il Marsiglia si volta verso un nuovo capitolo, e gli occhi dei tifosi si posano su chi sarà chiamato a ereditare il pesante compito di rimettere in carreggiata il gigante francese.