Fine dell’era Mourinho alla Roma: arriva Capitan Futuro De Rossi

Fine dell’era Mourinho alla Roma: arriva Capitan Futuro De Rossi
Mourinho (Instagram)

In una mossa che ha scosso la capitale del calcio italiano, l’AS Roma ha deciso di interrompere la propria collaborazione con il tecnico portoghese José Mourinho. La dirigenza giallorossa ha comunicato, attraverso un comunicato ufficiale, che l’allenatore e il suo staff tecnico hanno lasciato il club con effetto immediato. L’annuncio ha sorpreso tanti, considerando che ulteriori dettagli riguardo al futuro assetto tecnico della squadra saranno resi noti prossimamente. Questa decisione ha sicuramente sconvolto l’ambiente, sottolineando come la Roma si trovi a vivere una situazione molto delicata dal punto di vista dei risultati.

Il sito della Roma ha poi voluto fare un breve excursus sul percorso di Mourinho, che era approdato nella Città Eterna nel maggio del 2021, diventando il sessantesimo allenatore nella storia del club. La sua impronta è stata subito evidente, portando la squadra al trionfo nella Conference League a Tirana il 25 maggio 2022, e alla finale di Europa League a Budapest nella stagione precedente. Nonostante questi successi, la dirigenza ha ritenuto opportuno apportare una svolta decisa.

Dan e Ryan Friedkin hanno espresso riconoscimento per l’impegno e la dedizione mostrati da Mourinho dal suo arrivo. Hanno sottolineato come sotto la sua guida ci siano stati momenti indimenticabili, ma hanno anche dichiarato che per il bene del club è tempo di voltare pagina e cercare una nuova direzione. Di sicuro dei prossimi giorni fioriranno le polemiche sull’addio dello Special One, e molti già si chiedono quale sarà il futuro giallorosso.

Per Mourinho un addio inatteso che lascia l’ambiente di stucco

La situazione ha imposto all’AS Roma di mettersi subito al lavoro per trovare un degno successore. Daniele De Rossi, ex capitano e leggenda del club, è stata la scelta dei giallorossi. Forte della sua esperienza nello staff tecnico della Nazionale e della breve esperienza alla guida della Spal, De Rossi rappresenta una soluzione interna, affine alla cultura del club.

In parallelo, la dirigenza ha tentato di sedurre Antonio Conte, ex commissario tecnico, attraverso un fitto scambio di telefonate. Tuttavia, Conte ha resistito alle avances, preferendo non assumere la guida della squadra a metà stagione, un modus operandi che aveva già mantenuto quando il Napoli aveva cercato di ingaggiarlo. Anche un tentativo di contatto con Igor Tudor, ex allenatore del Marsiglia, non ha portato a sviluppi concreti, a causa di dubbi sulla compatibilità della rosa con le sue idee.

La base dei tifosi, che si era spaccata sull’operato del “Special One”, sembra ora propendere per un ritorno alle origini con De Rossi. La sua potenziale nomina rappresenterebbe un ritorno ai valori tradizionali, in netto contrasto con le precedenti scelte più audaci e internazionali fatte dai Friedkin. E ora gli occhi sono tutti puntati sul futuro della panchina giallorossa, mentre il mondo del calcio attende con impazienza le prossime mosse del club capitolino.