Juventus su Berardi? Carnevali: “A gennaio nessuna trattativa”

Juventus su Berardi? Carnevali: “A gennaio nessuna trattativa”
Berardi (Instagram)

Il mercato del calcio non dorme mai e il direttore generale del Sassuolo, Giovanni Carnevali, ha sciolto le lingue dei tifosi e degli addetti ai lavori con le sue ultime dichiarazioni taglienti come una scivolata al limite dell’area. In una recente intervista rilasciata ai microfoni brucianti di Radio Tv Serie A, Carnevali ha esposto senza filtri il cuore pulsante della strategia neroverde, accendendo i riflettori sul presente e sul futuro di una squadra che si muove tra passione e calcoli, tra sogno e realtà.

Iniziamo con una questione che arde nelle menti di tutti: la fiducia nel mister Alessio Dionisi. Carnevali si è espresso con una fermezza che sa di promesse mantenute, ribadendo che la fiducia non è un’opzione ma un credo incrollabile. Il calcio è un terreno impervio, e il Sassuolo naviga le tempeste della Serie A con la stessa determinazione di chi sa di avere un timoniere esperto al comando. I punti in classifica sorridono come i gemelli dello scorso anno, e il direttore è convinto che avrebbero potuto addirittura gonfiare il petto, se non fosse per la crudele sorte del gioco.

Berardi chiuderà la sua carriera al Sassuolo?

Ma attenti, perché restare per l’11° anno consecutivo nella massima serie non è un traguardo da poco: è una medaglia appesa al cuore del club, e Carnevali lo sa bene.

Passiamo poi a un nome che fa tremare i taccuini dei giornalisti: Domenico Berardi. La voce che la Juventus avesse messo gli occhi sul gioiello neroverde si è diffusa come un incendio in una foresta secca, ma il direttore ha spento le fiamme con una secchiata di realtà: Berardi è inavvicinabile, intoccabile come un diamante nella cassaforte del Mapei Stadium. Anche le avances fatte per Laurienté sono state respinte con un no deciso e severo, come un arbitro che non ammette repliche. Le strategie del Sassuolo sono chiare come l’acqua di sorgente: nessun ascolto a gennaio, nessuna porta aperta a trattative indesiderate.

Concludiamo con una nota di attualità che tocca il cuore e i muscoli dello stesso Berardi, che dopo un infortunio è tornato a muoversi senza l’ausilio di stampelle, come una fenice che risorge dalle ceneri. Perdere un calciatore del suo calibro per oltre un mese ha lasciato un vuoto amaro, ma il morale è alto perché il campione è lì, pronto a tornare a incantare con le sue giocate. Il Sassuolo vuole tenerlo stretto, ma come in ogni buon thriller calcistico, l’estate porterà valutazioni condivise e decisioni che potrebbero scrivere nuovi capitoli nella storia del club e del suo numero 25.

Sassuolo, quindi, tiene la barra dritta, il mercato può attendere, ma gli occhi sono ben aperti. Carnevali ha parlato, e il mondo del calcio si è inchinato: la palla adesso è al centro del campo.