Keylor Navas al PSG: Il tramonto di un eroe tra le porte

Keylor Navas al PSG: Il tramonto di un eroe tra le porte
Keylor Navas (Instagram)

La vicenda di Keylor Navas, portiere del Paris Saint-Germain, sta attraversando un periodo decisamente malinconico. Il calciatore, che si avvicina alla scadenza del suo contratto con la squadra francese, ricopre ormai il ruolo di secondo portiere, posizionato dietro al talentuoso Gianluigi Donnarumma. Nei suoi ultimi mesi con il PSG, Navas ha dovuto affrontare un calo di prestazioni, complicato da un utilizzo sporadico che ha inevitabilmente inciso sulla sua condizione atletica.

Il destino di Navas sembra segnato: il contratto sta per terminare e la sua presenza in campo si fa sempre più rara. Il giovane Arnau Tenas lo incalza alle spalle, mentre Donnarumma si conferma una presenza indiscussa tra i pali della squadra parigina. Navas, a 37 anni, ha avuto solo poche occasioni per difendere la rete del PSG, tra le quali si annoverano le partite di Ligue 1 contro Lille e Reims. La decisione del tecnico Luis Enrique di affidare la custodia della porta a Donnarumma anche nella Coppa di Francia ha ulteriormente ridotto le possibilità di Navas di mantenere il ritmo partita.

La mancanza di continuità si è resa particolarmente evidente durante l’incontro con il Reims. In occasione del primo gol subìto dalla squadra parigina, Navas ha esitato lasciando che il compagno di squadra Achraf Hakimi intervenisse, nonostante quest’ultimo fosse sotto pressione e in una posizione svantaggiosa. Sebbene la responsabilità del gol non sia interamente attribuibile a Navas, la sua prestazione non è stata neanche decisiva per evitare lo svantaggio.

Keylor Navas è ormai ai margini del progetto PSG

In un contesto dove la competizione per il ruolo di portiere titolare è diventata sempre più ardua, le prestazioni di Donnarumma hanno confermato la scelta di Enrique. Nonostante alcune sviste consecutive nella stagione autunnale, l’ex portiere del Milan ha dimostrato di meritare la fiducia riposta in lui. Navas, da parte sua, aveva avuto opportunità di trasferirsi durante la sessione invernale del mercato, con l’interesse manifestato dal Newcastle e dai Tigres. Tuttavia, ha scelto di rimanere a Parigi, dove il suo ruolo è mutato: è divenuto una figura guida per i giovani talenti della squadra.

Le speculazioni su chi dovrebbe essere il portiere numero uno del PSG si sono ormai placate, con Donnarumma che ha spazzato via ogni dubbio. Nonostante ciò, la situazione di Navas rimane complessa. Il giocatore, icona del calcio costaricano con 112 presenze internazionali, avverte senz’altro la mancanza della competizione attiva. Gli indizi indicano un possibile addio a fine stagione, soprattutto alla luce delle voci che vedono il PSG alla ricerca di un nuovo portiere, con il nome di Gregor Kobel (Borussia Dortmund) che circola con insistenza.

Il futuro di Navas è incerto: potrebbe accettare una nuova sfida o considerare il ritiro dal calcio giocato. Nell’attesa della sua decisione, il Parc des Princes non ha dimenticato le sue eroiche prestazioni, soprattutto quelle nelle campagne di Champions League. L’ovazione ricevuta durante la partita contro il LOSC a metà febbraio, dove ha offerto una prova solida, è la testimonianza dell’affetto che i tifosi parigini continuano a nutrire per lui.